Ecco alcune definizioni della predicazione (in particolare della cosiddetta predicazione “espositiva”) tradotte da alcuni testi inglesi di riferimento su questo argomento:

  • “La predicazione espositiva è la comunicazione di un concetto biblico, derivato da e trasmesso attraverso lo studio storico, grammaticale e letterale di un passo nel suo contesto, che lo Spirito Santo prima applica alla personalità e all’esperienza del predicatore e poi, attraverso il predicatore, applica agli uditori.” – Haddon Robinson, Biblical Preaching (Predicazione biblica)
  • “Presentare il reale e corretto significato di un testo biblico in un modo che sia attinente all’ascoltatore contemporaneo.” – Donald Sunukjian, An Invitation to Biblical Preaching (Un invito alla predicazione biblica)
  • “Predicazione = la comunicazione orale di una verità biblica da parte dello Spirito Santo, attraverso una personalità umana, ad uno specifico uditorio, con lo scopo di promuovere una risposta positiva.” – Vines & Shaddix, Power in the Pulpit (Potenza nel pulpito).
  • “Un messaggio espositivo… espone le Scritture traendo da uno specifico testo punti principali e sottopunti, che rivelano il pensiero dell’autore, coprono lo scopo del passo e sono applicate alle vite degli ascoltatori.” – Bryan Chappell, Christ-Centered Preaching (La predicazione incentrata su Cristo)
  • “L’esposizione biblica è la comunicazione del testo ispirato con una tale fedeltà e sensibilità che la voce di Dio è udita e il Suo popolo Gli ubbidisce.” –  John Stott, Between Two Worlds (Tra due mondi).

Queste definizioni ci presentano diversi aspetti della predicazione, che approfondiremo nei prossimi articoli.

Nel frattempo ti incoraggio a chiederti: come definiresti tu la predicazione? Quali degli elementi citati ti sembrano più importanti?

Annunci