Una volta definito l’obiettivo del nostro messaggio, dobbiamo cercare, ovviamente, di raggiungerlo. Uno dei mezzi più importanti per farlo è la cosiddetta “idea del testo” detta anche “idea omiletica“.

Come suggerisce Haddon Robinson nel suo testo sulla predicazione, se l’obiettivo è il centro del bersaglio che vogliamo colpire, l’idea del messaggio è la freccia che ci permettte di raggiungerlo.

L’idea del messaggio non è altro che una riformulazione dell’idea del testo in una frase, in cui il concetto principale del testo biblico viene espresso con parole relative all’esperienza e alla conoscenza del nostro uditorio e non più al contesto specifico di quel testo.

Ad esempio, riprendiamo il testo di 1° Timoteo 5:1-2:

Non riprendere con asprezza l’uomo anziano, ma esortalo come si esorta un padre; i giovani, come fratelli; le donne anziane, come madri; le giovani, come sorelle, in tutta purezza.

L’idea del testo era: “Timoteo doveva comportarsi nei confronti delle diverse persone nella chiesa come se fossero stati la sua famiglia.”

L’idea del messaggio può essere: “Comportati con gli altri credenti come se fossero la tua famiglia.”

In quest’ultima, come notate, non vi è più il riferimento a Timoteo, ma lo stesso concetto viene applicato a chi ascolta la predicazione,  in modo diretto, sintetico e di facile memorizzazione.

L’idea del messaggio potrà essere espressa durante il messaggio in uno o più punti (anche a seconda della struttura che daremo allo stesso), ma, soprattutto, sarà la base di tutto quello che diremo e ci aiuterà ad orientare meglio il nostro messaggio per raggiungere l’obiettivo che ci siamo posti.

photo: http://www.flickr.com/photos/globevisions/

Annunci