Una volta definita la “strategia” del messaggio, è giunto il momento di elaborare lo schema del messaggio e di iniziare a “riempire” questo schema per renderlo un messaggio completo, pronto per essere predicato.

Nel suo libro “La predicazione Biblica”, Haddon Robinson paragona lo schema del messaggio ad uno “scheletro” che deve essere “riempito” per dare origine ad un organismo vivente.

Di seguito, elenco gli elementi che compongono lo schema del messaggio ed il messaggio stesso, con una breve descrizione di ognuno di essi:

  1. Introduzione: prepara gli ascoltatori all’ascolto della predicazione del testo, suscitando interesse e collocando il testo nel suo contesto.
  2. Punti principali e punti secondari: sono la traccia attraverso la quale si sviluppa la predicazione. Ogni punto dello schema è una frase che riassume il contenuto di ogni sezione del messaggio.
  3. Conclusione: riassume in pochi minuti il contenuto del messaggio e in particolare l’idea principale e, senza aggiungere nuovi contenuti, invita ad una risposta personale dell’ascoltatore.
  4. Transizioni: sono le frasi che collegano un punto ad un altro e che legano tra di loro le varie sezioni del messaggio.
  5. Illustrazioni: esempi, storie (bibliche e non) ed altri elementi simili che servono a spiegare e supportare le verità esposte nel messaggio

Nel prossimo articolo, concluderemo la panoramica della preparazione del messaggio vedendo cosa possiamo fare per potere poi correttamente esporre al nostro uditorio quello che abbiamo pensato e raccolto.

Annunci