In alcuni paesi, domani 31 ottobre si celebra il Giorno della Riforma, festività nata per ricordare la Riforma Protestante. Il 31 ottobre 1517, infatti, Martin Lutero affisse le note 95 tesi nel portale della cattedrale di Wittenberg, in Germania.

Voglio cogliere questa occasione per ricordare il ruolo centrale che ebbe la predicazione della Bibbia in questo straordinario movimento. Per farlo vi traduco un brano tratto da uno testi che descrivono la Riforma Protestante, The Unquenchable Flame” (la fiamma inestinguibile) di Michael Reeves. Questo brano descrive il periodo della vita di Lutero successivo alla scomunica da parte del papa Leone X e dell’imperatore Carlo V:

Lutero […] ritornò a Wittenberg e, anzichè usare la forza per riformare, cercò di persuadere le persone con le Scritture attraverso una semplice e chiara predicazione. Egli credeva che la Parola di Dio dovesse prima convincere le persone e allora le vecchie corrotte strutture sarebbero collassate. Questo è esattamente quello per cui era stato davanti all’imperatore e cioè  che le Scritture dovessero guidare e dettare il pensiero e la condotta. Di conseguenza, Lutero non pensò mai di dovere ideare un grande programma per diffondere la Riforma. Egli voleva semplicemente “dare via libera” alla Parola di Dio e lasciar fare ad essa tutto il lavoro.

Possa questa convinzione nella potenza della Parola di Dio essere di esempio anche a noi oggi!

Annunci